Rifondazione per la sinistra

Un manifesto per la rifondazione

Festa di Liberazione, c’è bisogno di sinistra

Posted by carbonetti battistino su 2 ottobre 2008

  1. ROMA: C’E’ BISOGNO DI SINISTRA Dice:
    1 Ottobre 2008 a 4:02 pm e1 Ottobre 2008

    Roma – Festa di Liberazione (1-5 ottobre)

    C’E’ BISOGNO DI SINISTRA!

    Questa affermazione, questa necessità, questa urgenza, è stata la scintilla che ha spinto le compagne e i compagni dei circoli di Rifondazione comunista della Tiburtina – San Lorenzo, Casal Bruciato, Pietralata e San Basilio – a promuovere la Festa di Liberazione dall’1 al 5 ottobre al Piazzale del Verano, uno degli snodi più importanti di questo quadrante della Capitale.

    La Festa è un momento decisivo di aggregazione e di incontro con le cittadine e i cittadini, ma è soprattutto un primo punto di partenza, in questo difficile autunno, per rilanciare sul territorio i luoghi della partecipazione e per riprendere a dare corpo e organizzazione al conflitto sociale. E’ un’occasione da non perdere per ricostruire insieme un progetto politico di intervento, che sappia invertire la rotta rispetto alla frammentazione e alla dispersione delle tante intelligenze critiche presenti nella società.

    Dalla sicurezza alla scuola, dall’università ai temi della salvaguardia della memoria e del territorio, dal mondo della cultura e dell’informazione al lavoro, nei cinque giorni saranno protagoniste le esperienze, le professionalità e i saperi degli operatori e di chi interviene direttamente sul campo. Con un’attenzione particolare anche al coinvolgimento delle giovani generazioni attraverso spettacoli musicali di forte impatto e richiamo. Nei nostri quartieri, nella nostra città, nel nostro Paese c’è bisogno di sinistra, di una sinistra forte, unita, plurale, che si metta in marcia per ridare speranza alle donne e agli uomini oggi sempre più vittime dei processi di precarizzazione del lavoro, della distruzione dell’ambiente, dell’assenza di diritti civili per tutte e tutti e, più complessivamente, dei frutti amari della globalizzazione capitalistica.

    Il buon successo della Festa significherà partire con il piede giusto per rilanciare la nostra iniziativa politica e ridarci visibilità in una porzione di città, tradizionalmente di sinistra, ma dove purtroppo si stanno sviluppando i germi negativi di una cultura delle paure prodotta da una destra in doppiopetto, che oggi non disdegna più neanche gli espliciti riferimenti alla dittatura fascista, e che pratica un pericoloso mix di liberismo, populismo e razzismo.
    Torniamo a discutere, a stare insieme, a riscoprire anche il piacere della partecipazione e della Politica con la p maiuscola. Perché ancora oggi, in questo XXI secolo, sarà solo la Politica e il protagonismo di tutte e tutti l’unico strumento che abbiamo per ridare coraggio e opportunità al nostro cammino per il cambiamento di una società ingiusta. Ricominciamo, insieme.

    leggi il PROGRAMMA DELLA FESTA

     

    Rifondazione per la sinistra

    http://www.rifondazioneperlasinistra.it

    contattaci scrivendo a:
    info@rifondazioneperlasinistra.it

Annunci

8 Risposte to “Festa di Liberazione, c’è bisogno di sinistra”

  1. nonviolento said

    PROGRAMMA DELLA FESTA

    C’E’ BISOGNO DI SINISTRA!

    Festa di Liberazione
    1-5 ottobre – Piazzale del Verano

    Mercoledì 1 ottobre

    Ore 20.30 DIBATTITO: “PACCHETTO SICUREZZA, NUOVA CACCIA
    ALLE STREGHE” con RENATO BORZONE (segretario nazionale Unione
    Camere Penali), PINO GULIA (coordinatore nazionale area immigrazione
    Acli), SUSANNA MARIETTI (coordinatrice nazionale Antigone).
    Coordina: Mario Angelelli
    Ore 22.30 FILM: “LA GIUSTA DISTANZA” di Carlo Mazzacurati,
    presenterà il film lo sceneggiatore MARCO PETTENELLO.
    Coordina: Pasquale D’Aiello

    Giovedì 2 ottobre

    Ore 18.30 DIBATTITO: “GIU’ LE MANI DAL DIRITTO ALLO STUDIO”
    sono invitati i rappresentanti di: COORDINAMENTO DEI COLLETTIVI,
    RETE PER L’AUTOFORMAZIONE/UNIRIOT, UNIONE DEGLI
    UNIVERSITARI ed ASSOCIAZIONE DOTTORANDI ITALIANI.
    Coordinano: i Giovani Comunisti
    Ore 20.30 DIBATTITO: “ROMA TRA MEMORIA E TEMPI MODERNI”
    con SANDRO PORTELLI, LUCA MASCINI (MILITANT A) e MARCO
    ANASTASI (IL DUKA, autore del libro “Roma Ko”).
    Coordina: Angela Azzaro
    Ore 22.30 CONCERTO: ASSALTI FRONTALI

    Venerdì 3 ottobre

    Ore 18.30 DIBATTITO: “DIFENDIAMO LA SCUOLA PUBBLICA” con la
    dirigente scolastica SIMONETTA SALACONE ed altri operatori del mondo
    della scuola.
    Coordina: Carla Corciulo
    Ore 20.30 DIBATTITO: “QUALE FUTURO PER L’EDITORIA DI
    SINISTRA” con GABRIELE POLO E PIERO SANSONETTI.
    Coordina: Giuseppe D’Agata
    Ore 22.30 DANCE HALL REGGAE: ONE LOVE HI PAWA

    Sabato 4 ottobre

    Ore 16.30 DIBATTITO: “ROMA, PATRIMONIO DELL’UMANITA’, FRA
    POLITICHE INADEGUATE E CONDIZIONAMENTI DEI POTERI FORTI”
    con PAOLO BERDINI, GIORGIO MURATORE, ANTONINO SAGGIO ed
    ENZO SCANDURRA.
    Coordina: Silvio Spinelli
    Ore 18.30 DIBATTITO: “IL GOVERNO DEL TERRITORIO CON LA
    DESTRA IN CAMPIDOGLIO”, I/LE CITTADINI/E INTERROGANO I
    PRESIDENTI E GLI ASSESSORI DELLA SINISTRA ARCOBALENO DEI
    MUNICIPI III e V.
    Coordinano: Alfredo Borrelli e Valentina Donini
    Ore 22.30: DANCE HALL REGGAE: BRUSCO + ONE LOVE

    Domenica 5 ottobre

    Ore 16.00 ASSEMBLEA: “VERSO LA MANIFESTAZIONE DELL’11
    OTTOBRE” CON I CONTRIBUTI DELLE/DEI COMPAGNE/I, DELLE/DEI
    SIMPATIZZANTI DEI CIRCOLI PROMOTORI DELLA FESTA.
    Ore 18.00 DIBATTITO: “LA SINISTRA ALLA PROVA DEL XXI
    SECOLO” con GIANNI RINALDINI e MARIO TRONTI.
    Coordina: Rina Gagliardi
    Ore 20.00 INCONTRO CON IL CONSORZIO SPERIMENTAZIONE
    IMMAGINE: VIDEOPRODUZIONI INDIPENDENTI.
    Ore 20.30 FILM: “Il MIO PAESE” di DANIELE VICARI, presenterà il film il
    regista e lo sceneggiatore ANTONIO MEDICI.
    Coordina: Pasquale D’Aiello

    ORGANIZZANO I CIRCOLI DI RIFONDAZIONE COMUNISTA
    SAN LORENZO, CASAL BRUCIATO, PIETRALATA, SAN BASILIO

  2. nonviolento said

    Qualcuno aveva scritto che noi avevamo organizzato la nostra festa di Rifondazioineperlasinistra, piccoli, bruttini, isolati in una Roma comunista esultante della svolta in basso sulla sinistra. Beh una bella sventola questa eh, piccoli troll malefici, via un po’ di sorriso e di scherno non guastano mai, in fondo non siamo mica su questo mondo solo per soffrire.

  3. MOVIMENTO ROMANO PER LA SINISTRA: " RIPENSARE ROMA " said

    Dal quotidiano Aprile on line
    4 ottobre 200

    RIPENSARE ROMA

    “Ripensare Roma”
    è il titolo del seminario promosso dal Movimento Romano per la Sinistra e dalla Rete Eletti della Sinistra che si terrà il 10 e 11 ottobre.

    Dopo la vittoria della destra al Comune avvertiamo l’esigenza e l’urgenza di una capacità sia di contrasto, sia di proposta ed iniziativa in grado di definire un’altra agenda di priorità per la città su cui promuovere vertenze, mobilitazioni, fatti politici e sociali.

    Siamo convinti che per fare questo serve: un’idea di città; partire dalla vita delle persone, dalle contraddizioni e dai conflitti presenti nella società; riaprire canali di conversazione tra le tante e diverse forme dell’agire politico attive nella nostra città: soggetti politici, associazioni, movimenti, reti.

    Il seminario vuole essere una prima occasione per avviare questo percorso di riflessione, proposta ed iniziativa.

    Per questo abbiamo deciso di articolare il programma delle due giornate non solo in plenaria ma anche in due forum così da avere un confronto più ravvicinato con maggiore possibilità di approfondire i temi, intervenire, riportare esperienze, far emergere proposte ed iniziative su cui impegnarsi nelle prossime settimane.

    Questa lettera vuole essere un invito ai singoli e alle diverse realtà associative a partecipare e ad intervenire portando il proprio contributo di idee, esperienze e proposte.

    MRS – Movimento Romano per la Sinistra
    http://www.sinistraunita.info

    RIPENSARE ROMA
    A proposito di persone, libertà, diritti,lavoro,accoglienza.
    Idee, progetti, proposte.
    Seminario del Movimento Romano per la Sinistra

    10 e 11 ottobre – Alpheus – Via del commercio 36

    Venerdì 10 ottobre, ore 17,00

    In questa prima mezza giornata verranno proposti alcuni materiali di riflessione, linee guida di lavoro emerse dalla riflessione comune, che verranno poi approfonditi nei Forum, che proseguiranno anche la mattina dopo. L’obiettivo è privilegiare al massimo la discussione, lo scambio di esperienze, sia in gruppo che in plenaria.

    I Forum sono due:

    1. Abitare a Roma: Case, centri commerciali, nuove case popolari,energia, ambiente, rifiuti. Quale politica?

    2. Vivere a Roma: fare la spesa, consumare, avere figli, andare a scuola, essere anziani, divertirsi, avere relazioni, amori, vivere da credenti e da laici nella città eterna. In libertà? Racconti e progetti

    17.00 APERTURA
    presentazione di Bia Sarasini

    17.20 APPROFONDIMENTO
    Roma e i servizi: Bernardo Pizzetti

    17.45 Apertura dei Forum

    21.00 Chiusura dei lavori

    Sabato 11 ottobre, ore 10,00

    10,00 Ripresa dei Forum

    11.30/13.00 ASSEMBLEA PLENARIA

    14.00 Partecipazione alla Manifestazione Nazionale – p.zza della Repubblica

    Nel corso dell’assemblea verrà presentata la RES “Rete Eletti della Sinistra”

  4. GIANNI RINALDINI: " DIRSI COMUNISTI NON QUALIFICA L'AZIONE POLITICA ". said

    Da LIBERAZIONE

    «La sinistra italiana? Mi sembra che in campo non ci sia alcuna ipotesi valida

    Davide Varì
    «La sinistra italiana? Mi sembra che in campo non ci sia alcuna ipotesi valida. Non mi appassiona il dibattito comunismo sì, comunismo no: agli operai non importa nulla e credo che il dirsi comunisti non qualifichi l’opzione politica. D’altra parte non mi convince nemmeno chi sostiene che il conflitto capitale-lavoro sia superato».
    Gianni Rinaldini, segretario generale della Fiom-Cgil è netto. Intervistato da Rina Gagliardi alla festa di Liberazione di San Lorenzo a Roma, Rinaldini ne ha per tutti e, soprattutto, parla di tutto: della crisi economico-finanziaria che sta investendo il mondo, e dell’assenza di una sinistra in grado di offrire risposte valide e comprensibili a questa crisi; dell’alleanza tra governo e Confindustria che, attraverso la riforma del modello contrattuale vuole limitare l’azione del sindacato, e degli effetti nefasti della globalizzazione che non solo non riduce la forbice tra ricchi e poveri ma, s’è possibile, li esaspera.
    Insomma, un dibattito denso quello che si è svolto ieri a San Lorenzo: globalizzazione, crisi dei mercati, recessione e scomparsa della sinistra, non solo di quella italiana come ha ricordato Roberto Musacchio, eurodeputato di rifondazione. Un quadro drammatico, dunque, in mezzo al quale si trovano milioni di lavoratori che rischiano di essere stritolati, di diventare le prime vittime sacrificali di questa “congiuntura”.
    «Non so se siamo di fronte al “collasso del capitalismo”, un evento che aspetto da quando avevo 14 anni – ha dichiarato ironico Rinaldini – so però che questa crisi avviene nel momento di maggiore crisi della sinistra. Una ipotesi politica che, semplicemente, non è in campo, è del tutto assente». E allora ecco che le risposte arrivano solo dalle destre: «Dalle destre italiane ma, soprattutto, dalla destra americana che pure si è ritrovata a dover nazionalizzare».
    E poi la recessione. Un evento che si tende a nascondere ma che sta logorando il mondo del lavoro: «La Fiat prevede 250mila auto in meno solo nel 2009. Siamo in piena recessione – denuncia infatti Rinaldini – ma nessuno lo dice. Ed il governo sta prendendo misure che ne accentueranno gli effetti». Proprio per questo Rinaldini è preoccupato dell’assenza di una sinistra politica. E la sensazione, ma in realtà è più di una sensazione, è che questo governo, dopo aver liquidato la sinistra, intenda minare anche il sindacato. E in effetti la riforma del modello contrattuale tanto cara a governo e Confindustria ha proprio questo obiettivo: «Togliere di mezzo il sindacato. Non c’è più espressione di un altro soggetto che non sia la Confindustria. Vogliono un sindacato di modello anglosassone e, una volta ottenuto, il lavoro sarà completato: non vi saranno opposizioni nè a livello politico ne a livello sindacale».
    Un motivo in più, forse, per cercare una strada comune. Un motivo in più per rispondere all’appello di una ricostruizione della sinistra. «Mi sembra – ha infatti sottolineato Rina Gagliardi – che di fronte alla difficoltà della sinistra politica il sindacato abbia scelto di stare alla finestra. Quasi che questa difficoltà non lo riguardi».
    «Non è un mio compito ricostruire la sinistra italiana», ha immediatamente chiarito Rinaldini. «D’altra parte – ha continuato – non mi interessano le elucubrazioni sull’identità. Certo, se qualcuno mi chiede se sono comunista io rispondo di sì. Ma, in ogni caso, resto convinto che dirsi comunisti in questo momento non qualifichi nessuna azione politica. Per quel che riguarda la costituente di sinistra, io aspetto di capire di cosa si tratti, parlo del merito delle cose».

    07/10/2008

  5. ROMA: FESTA DELLA SINISTRA A SPINACETO. said

    http;//www.rifondazioneperlasinistra.it
    07 Ottobre 2008

    Festa della Sinistra a Spinaceto

    Dal 7 al 10 ottobre a Roma – Spinaceto si terrà “la Festa della Sinistra del XII Municipio di Roma” , promossa dal locale Circolo del Prc di Spinaceto e da Sinistra Demcratica del XII Municipio, ove è prevista la partecipazione di tutte le esperienze della sinistra diffusa, dei comitati e delle associazioni del XII Municipio.

    Il programma è davvero ricco di eventi e di iniziative interessanti, oltre a ben due cene popolari di qualità e dal modico costo di € 10,00 (dieci).

    Qui sotto il calendario della Festa, oltre al manifesto e alla manchette della festa allegati.

    Per le cene popolari è meglio prenotare scrivendo a lucarini.marco@gmail.comQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o a marco.ascione@gmail.comQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ;

    Tenuto conto della collocazione autunnale, la Festa si tiene in una grande galleria al riparo dalle intemperie.

    FESTA DELLA SINISTRA DEL XII MUNICIPIO dal 7 al 10 ottobre a Largo Cannella, Spinaceto, Roma.

    promuovono l’iniziativa: circolo Prc Spinaceto; Sinistra Democratica Municipio Roma XII

    *Martedì 7 ottobre

    Ore 18,00 URBANISTICA

    Mobilità, servizi e qualità della vita nel nostro territorio.

    Assemblea aperta delle realtà associative del XII Municipio

    Gemma Azuni, Pasquale Carpentieri, Luisa Laurelli, Alba Maccari, Carlo Patacconi, Dante Pomponi, Matilde Spadaro,

    Ore 21,00 Cena popolare in collaborazione con la Cooperativa agricoltura nuova – 10,00 Euro

    *Mercoledì 8 ottobre

    Ore 18,00 SICUREZZA

    La Sinistra e le periferie

    Luigi Nieri, Roberto Giulioli, Massimo Ilardi, Patrizio Gonnella, Federico Polidoro

    Ore 20,00 proiezione del film “La rabbia” di Pier Paolo Pasolini

    *Giovedì 9 ottobre

    Ore 17,00 INTERNAZIONALE

    Presentazione del quaderno speciale di Limes “Russia contro America: peggio di prima”

    Lucio Caracciolo, Giorgio Mele, Elettra Deiana, Silvana Pisa, Anubi D’Avoss Lussurgiu

    Ore 18,30 LAVORO, SCUOLA e CAROVITA

    Contro le politiche del governo di centrodestra

    Stefano D’Alterio, Cecilia D’Elia, Enrico Panini, Rosa Rinaldi

    Ore 21,00 Cena popolare in collaborazione con la Cooperativa agricoltura nuova – 10,00 Euro

    *Venerdì 10 ottobre

    Ore 17,30 SINISTRA

    Ricostruire, uniti e subito

    Fabio Mussi e/o Marco Fumagalli, Alfonso Gianni, Piero di Siena, Anna Pizzo

    Ore 20,00 Assemblea della Sinistra in XII Municipio e inaugurazione della Casa della Sinistra

    Ore 22,00 Serata rock

    Allegati: manchette_festa_web.jpg [Programma festa]
    man_festa_web.jpg [ ]

    Rifondazione per la sinistra

    contattaci scrivendo a:
    info@rifondazioneperlasinistra.it

  6. ROMA said

    http://home.rifondazione.it

    Comunicato stampa

    PRC,PDCI, VERDI, SD IV MUNICIPIO
    CONTRO UN DECRETO CHE DISTRUGGE LA SCUOLA PUBBLICA

    Aderiamo alla “FIOCCOLATA di PROTESTA” indetta dal Coordinamento Genitori-Insegnanti-Studenti del IV Municipio e invitiamo cittadine/i e associazioni a partecipare in tanti al corteo che si svolgerà da viale Adriatico a Piazza Sempione mercoledì 15 alle ore 17,00

    Occorre oggi contrastare con fermezza il Decreto Gelmini e i provvedimenti del governo Berlusconi, operazioni che mirano complessivamente a dequalificare e distruggere la scuola pubblica per dare soldi alle scuole private

    Diciamo NO a 130.000 licenziamenti, all’impoverimento culturale e ad una scuola che si vuole discriminante e razzista

    DICIAMO NO alla RIFORMA GELMINI

    PDCI – SD – PRC – VERDI
    Roma IV Municipio

  7. ROMA IV MUNICIPIO: CONTRO UN DECRETO CHE DISTRUGGE LA SCUOLA PUBBLICA. said

    Comunicato stampa

    PRC,PDCI, VERDI, SD IV MUNICIPIO
    CONTRO UN DECRETO CHE DISTRUGGE LA SCUOLA PUBBLICA

    Aderiamo alla “FIOCCOLATA di PROTESTA” indetta dal Coordinamento Genitori-Insegnanti-Studenti del IV Municipio e invitiamo cittadine/i e associazioni a partecipare in tanti al corteo che si svolgerà da viale Adriatico a Piazza Sempione mercoledì 15 alle ore 17,00

    Occorre oggi contrastare con fermezza il Decreto Gelmini e i provvedimenti del governo Berlusconi, operazioni che mirano complessivamente a dequalificare e distruggere la scuola pubblica per dare soldi alle scuole private

    Diciamo NO a 130.000 licenziamenti, all’impoverimento culturale e ad una scuola che si vuole discriminante e razzista

    DICIAMO NO alla RIFORMA GELMINI

    PDCI – SD – PRC – VERDI
    Roma IV Municipio

  8. Reed said

    C’e’ bisogno della sinistra nella societa’! C’e’ bisogno della sinistra tra gli operai, tra i lavoratori, tra i pensionati, tra i giovani.
    C’e bisogno della sinistra e delle sue battaglie politiche nella societa’.

    Non c’e’ bisogno della sinistra parlamentare perche’ la sinistra parlamentare serve solo a fare diventare RICCHI i suoi deputati e senatori.

    Rifondazione per la sinistra ovvero il nuovo comitato elettorale per cercare di recupare le nostre (bertinotti, giordano, vendola, migliore and company) poltrone perdute!

    I nostri bravi (ex) deputati “comunisti” (e di tutti i partiti politici del parlamento) ed i loro ricchi stipendi mentre noi poveri operai ci facciamo 8 ore al giorno per 5 ed anche piu’ giorni alla settimana per 900 euro al mese netti.

    L’indennità di un DEPUTATO della Repubblica Italiana è corrisposta per 12 mensilità. L’importo mensile – che, a seguito della delibera dell’Ufficio di Presidenza del 17 gennaio 2006, è stato ridotto del 10% – è pari a 5.486,58 euro, AL NETTO delle ritenute previdenziali (€ 784,14) e assistenziali (€ 526,66) della quota contributiva per l’assegno vitalizio (€ 1.006,51) e della ritenuta fiscale (€ 3.899,75).
    Viene riconosciuta, a titolo di rimborso delle spese di soggiorno a Roma, sulla base della stessa legge n.1261 del 1965.
    La diaria ammonta a 4.003,11 euro mensili. È considerato presente il deputato che partecipa almeno al 30 per cento delle votazioni effettuate nell’arco della giornata.
    Ovvero su 100 votazioni basta che vota 30 volte e poi va a farsi un bel ricco pranzo nei piu’ costosi ristoranti di Roma. E questo vale per tutti i Deputati, di sinistra, di centro, di destra, tutti!!!
    A titolo di rimborso forfetario per le spese inerenti al rapporto tra eletto ed elettori, al deputato è attribuita una somma mensile di 4.190 euro, che viene erogata tramite il gruppo parlamentare di appartenenza.

    I deputati usufruiscono di tessere per la libera circolazione autostradale, ferroviaria, marittima ed aerea per i trasferimenti sul territorio nazionale.

    Per i trasferimenti dal luogo di residenza all’aeroporto più vicino e tra l’aeroporto di Roma-Fiumicino e Montecitorio, è previsto un rimborso spese trimestrale pari a 3.323,70 euro, per il deputato che deve percorrere fino a 100 km per raggiungere l’aeroporto più vicino al luogo di residenza, ed a 3.995,10 euro se la distanza da percorrere è superiore a 100 km.

    I deputati, qualora si rechino all’estero per ragioni di studio o connesse all’attività parlamentare, possono richiedere un rimborso per le spese sostenute entro un limite massimo annuo di 3.100,00 euro.

    Un totale di oltre 15.000 euro al mese piu’ altri rimborsi per quasi 3000 euro piu’ altri soldi per eventuali partecipazioni a commissioni parlamentari e/o incarichi di governo e di sotto-governo.
    Dulsci in fundo ad ogni Deputato e’ sufficiente fare 2 legislature (10 anni) per ottenere il diritto alla pensione massima.

    E NOOOOOOOOOOOI A LAVORARE! DALLA MATTINA A SERA PER CAMPARE!

    (mi raccomando votate eh? se no poi Gennaro Migliore come si puo’ permettere le sue belle ed eleganti cravatte?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: